Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

giovedì 5 dicembre 2019

Al di là dell'amore

Ok, eccomi.
Non ricordo neppure quando sono entrata l'ultima volta.
Ci sono, ho compiuto proprio ieri 50 anni per la quinta volta e sto bene.
Cioè sto bene se non penso di avere tutti questi anni addosso che a volte uno capisce perchè i vampiri non potessero specchiarsi...non avevano età.
E se non guardare il mio riflesso può servire a farmi sentire come mi sento dentro, allora vaffanculo agli specchi.
Che se arrivasse un vampiro a chiedermi l'anima gliela venderei subito...magari poteva venire un po' prima che ora qualche ruga di troppo mi infastidisce e la ciccia prodotta dalla menopausa non è una balla che raccontano.
Se mettiamo che ho pure smesso di fumare...e sti cazzi, insomma.
Comunque ci sono, ogni tanto, di passaggio...un abbraccio.

2 commenti:

  1. No, non ti chiedo l'anima: mi basta sapere che ci si trova ancora da queste parti, anche solo di passaggio... ;-)

    RispondiElimina