Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

martedì 12 aprile 2011

E poi


Voglio chiamarti amore e voglio farlo un giorno, un mese, un anno o per la vita intera.
E te lo scrivo, sul ruvido foglio bianco o sulla pelle, perchè non possa dimenticare, perchè possa vedere il cammino che mi ha condotta al tuo cuore.
Lungo il percorso dalla bocca agli occhi, sotto la pioggia che si accoccola piano sull'epidermide, distanti da ogni luogo, persi ovunque.
Voglio chiamarti amore quando le tue mani scivolano su di me e si soffermano sul piacere dei sensi, accarezzando luoghi che diventano familiari e sempre nuovi.
Oltre la luce del giorno, sotto la coltre di stelle, la luna guarda corpi abbracciati proteggendoli dal buio.
Leggi i miei occhi, agita le palpebre al suono della voce e lasciati avvolgere dal mio respiro.
Guardati intorno, tu e io riempiamo il nulla di spazi aperti, morbidi istanti che si proiettano in cielo.
E, nell'universo, restiamo tatuati come un marchio.
Eternamente.

21 commenti:

  1. Chiamami ancora amore...chiamami sempre amore...
    Che stanotte naranara puzzo di sudore...

    RispondiElimina
  2. Ragnetto, per una volta che c'ho la vena romantica tu mi dissacri in tal maniera??

    RispondiElimina
  3. Il desiderio insuperabile di essere insuperabilmente desiderati..

    Ps: tesora ho il lievissimo sentore la pubblicità sotto = [Schizofrenia, Comunità Psichiatrica, Residenza riabilitativa a Varese Psicosi,Comunità Terapeutiche] ci sia perché frequento il tuo blog...:) xxx

    RispondiElimina
  4. Nast, non togliermi il privilegio di far parte degli psicopatici pluripersonalità!
    :)))

    p.s. maaaaa tu stai a Varese?

    RispondiElimina
  5. ah, cominciavo a preoccuparmi..

    RispondiElimina
  6. No no, sono nello stesso nosocomio su un isola segreta.

    RispondiElimina
  7. Stava ascoltando questa e sarà la suggestione, ma mi sembra una colonna sonora perfetta.

    RispondiElimina
  8. Wow e non dico altro. Anzi wow again.

    RispondiElimina
  9. Nast, e io che già stavo preparando le valigie!

    RispondiElimina
  10. ms, effettivamente non ci starebbe niente male!

    RispondiElimina
  11. euri, la vuoi col cucchiaino come la mangio io o te la spalmo sulla fetta di pane?

    RispondiElimina
  12. Macs, che mica ci sono solo cazzi e incazzi nella vita!!!
    :)

    RispondiElimina
  13. non ti preoccupare, tanto m'è già passata!!!
    :))

    RispondiElimina
  14. giuro che avevo scritto anche ieri ma.. il commento s'è perso!! Nulla di che in fondo, solo un apprezzamento per questo tuo bel blog che ahimè ho frequentato troppo ma troppo poco!!
    Pat alias A.L. (o viceversa fa un po' te..)

    RispondiElimina
  15. Tesoro, da quanto tempo!
    L'importante è il pensiero...
    In fondo so che tu per me ci sei sempre.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  16. ...ribadisco il concetto!
    ciao

    RispondiElimina