Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

martedì 24 gennaio 2012

Ancora

Sopra la nebbia, è sempre una splendida giornata di sole.
In qualche modo fa parte della filosofia alla quale si legano gli ottimisti, quelli del bicchiere sempre pieno, per capirci.
Sono gli stessi che credono che ci sia sempre una possibilità, anche quando tutto sembra far pensare il contrario.
Io sono incatenata senza speranza a questo modo di vedere le cose.
Spero, immagino, provo.
Puntualmente, vengo disillusa.
Ma consapevolmente, nel senso che so che non c'è nulla che devo aspettarmi e se quell'illusione diventasse reale, l'assaporerei come una sorpresa, un regalo.
Perchè porto sempre con me, questo senso d'inadeguatezza, certi sensi di colpa gratuiti che costruisco e indosso anche quando non dovrei.
Rincorro persone che non meritano neppure un pensiero, solo per il fatto di averle amate anche solo per un attimo.
E non c'è tempo che sappia guarirmi, umiliazione che possa fermarmi.
Chino il capo e mi lancio, sbatto le corna, aspetto di guarire almeno un po' e ricomincio.
Per poter dire di aver fatto tutto il possibile, per non avere rimpianti o rimorsi o forse, solo, per poter dire a me stessa, almeno c'hai provato.

20 commenti:

  1. Sai,la questione del dirsi di aver fatto tutto il possibile l'ho appena riferita ad un mia amica.Adesso voglio vedere che mi risponde però!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando ti risponde rendi partecipe anche me?

      Elimina
  2. Guarda che non mi sono dimenticato di te ;) E' che finalmente riesco a accedere al blog dopo qualche giorno...comunque sai, ottimismo e pessimismo sono categorie molto relative e io ti vedo al di sopra di queste categorie, il tuo mi sembra sano istinto di conservazione :)
    Per la mia esperienza, Amore, quando ci si trova nella merda fino al collo chi ti dà una mano (o perlomeno ci prova, e onestamente) sono quelli superficialmente definiti "pessimisti" (magari solo perchè la suddetta merda l'hanno conosciuta bene, e lascia il segno) mentre i cosiddetti "ottimisti" (che non poche volte -mi spiace dirlo, ma è quello che vedo con rare eccezioni- danno TROPPE cose per scontate, del tipo lavoro, salute, amicizia, Amore ;) , sesso, ecc.ecc.) scappano a gambe levate quando si devono confrontare con un "bicchiere" diverso dal loro, schiavi del loro "positivo" pregiudizio...riguardo alla tua foto dell'altro post, chiedo venia, che non avevo spulciato ben bene fino in fondo il tuo blog, spero vorrai perdonarmi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei.
      Ho un carattere molto forte e difficilmente mi capita di chiedere aiuto.
      Di solito arriva in maniera naturale dalle persone che mi vogliono bene che, nonostante un carattere che potrei classificare come "di merda", sono molte più di quanto a volte immagini.
      Non ho mai notato se appartenessero alla categoria degli ottimisti oppure no.
      Neppure io mi dimentico di te.
      E ci mancherebbe!!

      Elimina
  3. Risposte
    1. si, effettivamente per appartenenza ad un modo d'essere...

      Elimina
  4. Siamo agli antipodi.
    Io preferisco aspettarmi il peggio.
    E il bicchiere è mezzo vuoto, se non addirittura da buttare.
    Sopra la nebbia, potrebbe nascondersi una tormenta di neve.

    RispondiElimina
  5. Sopra la nebbia c'è in effetti il sole. Ma sotto, porca puzzola, c'è la nebbia. Ed è in quella che siamo costretti a percorrere la tangenziale della vita. Il fatto che decidi comunque di muoverti, fare, sperare, immaginare, illuderti e disilluderti, è segno di vitalità. O di buoni fendinebbia. O anche di incoscienza. Per me l'importante è saperti Viva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macs, bisogna volare alto.
      E sono vivissima nonostante tutto e tutti!

      Elimina
  6. Finchè la sofferenza per le illusioni distrutte non ci pesa, vuol dire che siamo ancora forti e pieni di vita.
    In fondo se non siamo un pò ottimisti di motivi per farci del male non mancherebbero. W la vita!

    RispondiElimina
  7. Finché si può, bisogna provarci!
    Abbiamo tutta l'eternità per desistere.
    E non sono un ottimista.
    Anche i Pooh dicevano che c'è il sole sopra le nuvole. Un jet privato potrebbe tornare comodo! Anche un amico che ce l'ha ;oD
    Sciarconazzi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco.
      Dovesse avere anche la barchetta (con la e milanese), fammelo poi conoscere, che io non prendo aerei.
      Che di capitani pirla non è che ce ne siano tanti!

      Elimina
  8. Ci voleva la nebbia per riuscire a farmi di nuovo commentare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. porta pazienza, prima o poi il sole torna!

      Elimina
  9. io ti ammiro... certo che dovresti essere un po' più positiva,
    anche se mi rendo conto che attualmente è difficilissimo esserlo :')

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma io sono positiva anche quando sono negativa!!
      :)

      Elimina
  10. Chi ha firefox o google crome non ha problemi ha con questo nuovo tipo di commenti. io infatti ho cambiato, molti mi dicevano che non riuscivano a commentare.

    Pare si sia risolto. Pare...

    RispondiElimina