Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

lunedì 25 febbraio 2013

Hei-ho!

Ignoranza : "In senso comune il termine ignoranza indica la mancanza di conoscenza e di qualche particolare sapere, inteso in generale o su di un fatto specifico. Può significare anche non avere informazioni su un fatto o su un argomento." fonte wiki.
Ora, qualcuno me lo deve spiegare, che minchia ancora deve conoscere, sapere, avere informazioni sul peggiore dei nani da Biancaneve in poi.
Ha lasciato il paese in mutande, facendo ridere il mondo mondiale e piangere noi, che quando uno va in vacanza all'estero deve fingere di essere di un qualsiasi altro stato per evitare che possa essere  riconosciuto e additato come povero e idiota che ti vien quasi nostalgia di quando ti chiamavano spaghetti e mandolino.
E' andato via dicendo che lo faceva per il paese.
E' tornato per lo stesso motivo.
Che già qui, il consiglio è quello di trovare uno bravo, ma bravo veramente, che dia un nome, una volta per tutte, a questa sindrome geriatrica grave.
Vorrei conoscere nome e cognome di 100 persone che l'hanno votato, che se chiedi in giro, mai nessuno che abbia il coraggio di ammetterlo.
Come se i segni sulle schede elettorali, si materializzassero per miracolo, come le stimmate.
Che non è che il resto della popolazione, che ha votato per altri, goda a pagare l'imu o l'irap.
Stasera su faccialibro, ho letto di una che dichiarava "io l'o votato e ne sono fieraaaaaaaaaaaaa" e tutti a darle dell'analfabeta, per aver tralasciato l'acca.
Ma fiera di che?
E sei pure una donna, cazzo, una donna che viene? E quante volte viene?
Io invece non credo che siano tutti analfabeti.
E non credo che siano neppure ignoranti.
Magari qualcuno si, ma a parte questi, credo che gli altri preferiscano continuare a far finta di non vedere a far finta d'ignorare, a far finta di credere che tutte le stronzate sparate ultimamente, si trasformino, come per incanto, in realtà.
Come nelle favole, allo stesso modo stucchevoli
Un popolo di illusi.
E chi se ne frega dell'Italia.
E' il piccolo mondo di ognuno, l'unica vera cosa importante.




10 commenti:

  1. non mi stupisco di nulla in Italia dopo la DC, il PSI, Silvio...ora Grillo!

    RispondiElimina
  2. Io stasera sono praticamente sotto shock. Ne riparliamo domani. Forse. Che qui ci abbiamo anche la Lombardia da scrutinare.

    RispondiElimina
  3. Sabato sera ho visto un film, in cui il protagonista ad un certo punto dice pressapoco "se gli italiani votano un ladro è perché sono ladri anche loro. O gli piacerebbe sserlo".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così. Siamo un popolo di marcafogna che brama di fregare il prossimo più che si può.

      Elimina
  4. Proprio così...il piccolo mondo di ognuno, quel piccolo merdoso orticello dal quale l'illuso cazzone egoista pensa di non aver mai il benchè minimo bisogno di uscire. Che tanto, pensa lui, è tornato il diversamente alto a difenderne gli angusti confini...per cui tutto il resto si fotta (e, dico io, a questo punto si fottano tutti quei "navigati" avversari e/o esperti che senza costruire uno straccio di reale alternativa lo davano prematuramente per scomparso...) :(

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. si dice che sei quel che mangi, e , sei anche quel che voti. Molti italiani si sentono rappresentati dal B., dal suo modo di essere e di apparire e di fare e disfare, è inutile girarci intorno. Se da vent'anni prende voti, vuol dire che è parte del metabolismo di alcuni, molti, italiani che lo voto, che poi, in giro, quasi non ne trovi nessuno che lo dichiari apertamente, questo è un altro discorso; ma i funghi saltano sempre fuori con l'umidità, e lui è l'umidità che li fa prosperare, secondo la visione di questi funghi. Ma 2 dati è ancora più interessante al di là del canto di vittoria di qualcuno che si dava per morto: la nazionalità del movimento cinque stelle e l'affossamento dei voti di tutti i partiti che hanno reso l'italia quello che è. Di pietro Fini Casini sono scomparsi, i voti della lega, ma anche del pd e di forza italia, rispetto alle ultime elezioni, sono drasticamente diminuiti, e nessuno, dico nessuno di loro che abbia la faccia e il coraggio di fare un minimo di analisi e autocritica su questo punto focale. E il movimento cinque stelle, ecco l'unico partito rappresentativo dell'italia intera. Guardare i dati regione per regione e ve ne renderete conto. Mentre la lega all'inizio della propria storia, e ancora un po ora, era un movimento relegato ad una certa area territoriale, i 5 stelle hanno fatto confluire su di sè un vero e proprio sentimento nazional-popolare. Trasversale ad ogni ceto sociale, territoriale, culturale. E soprattutto utilizando un mezzo innovativo, il web, e un mezzo antico che è andato in disuso fra molti altri partiti, LA PIAZZA!. Chissà se i giornali, snob e altezzosi, snobberanno ancora questo fenomeno senza che qualcuno si prenda la briga di analizzarlo seriamente! Mi ricorda il sentimento intellettuale nei confronti della Lega, nessuno riusci a considerarne il vero effetto emotivo, e anche oggi, il fine cervello di analisti politici, non comprende che un cervello lavora meglio quando la pancia, e il cuore, sono confortati. Personalmente, oggi sono felice, felice di trovarmi in un paese che ha dato un forte segnale, nonostante i voti al pd e al pdl, di voler muoversi attorno a un nucleo di cittadini "normali" che investono di passione il proprio operato. Fino a prova contraria naturalmente

    RispondiElimina
  7. si chiama egoismo e ne sono zuppi. fradici. marci

    RispondiElimina