Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

lunedì 3 marzo 2014

La vita è adesso

Sono arrivata alla conclusione che la vita finge solo di appartenerci.
In realtà, siamo nelle mani di un manipolo di persone che decidono le nostre sorti.
Ieri, mio cognato mi ha chiesto cosa pensassi dei fatti dell'Ucraina e ha paventato l'ipotesi di una guerra mondiale.
A prescindere dal fatto che se si arrivasse a tanto sarebbe una condanna totale per tutti, mi sono chiesta cosa potrei mai fare io per impedirlo.
A volte mi sento un giochino messo li.
Un po' come quando giocavo con la Barbie, la casa di Barbie, la macchina di Barbie, i vestiti di Barbie.
Sfondando le pareti della fantasia, se Barbie avesse avuto una vita propria, avrebbe pensato di essere nelle mie mani, di dipendere da me, di non avere nessun potere oltre le mie decisioni.
E' come giocare a fare dio.
Solo che se disponi di coscienza, non è affatto divertente stare dalla parte di chi subisce.

Nel frattempo "la grande bellezza" ha vinto l'Oscar come miglior film straniero.
A me non è piaciuto, ma il fatto mi rende comunque orgogliosa.


23 commenti:

  1. so solo che per quanto letto esiste un potere occulto che ci manipola ...credo negli extra terrestri che posso aiutarci...noi possiamo solo pregare e pensare con amore per distruggere il male, poichè è difficile che tutti riusciamo a ribellarci contemporaneamente. Ciao ^_^....

    p.s
    non ho viso il film ma sono orgogliosa pure io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma non è anche la preghiera una forma di richiesta a qualcuno?
      Ci pensavo proprio ieri, noi, in quanto persone, abbiamo necessità di dipendere sempre dalle decisioni altrui, siamo incapaci di essere autonomi in maniera completa.
      A volte, avere la consapevolezza di essere animali sociali, non è benefico!

      Elimina
  2. buongiorno biondina. La terza guerra mondiale è cominciata da molto tempo. Soprattutto di tipo silenziosa. Tutto quello che ci circonda è VELENO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quindi che faccio?
      Mi rassegno a prescindere?

      Elimina
  3. Le guerre, da sempre, scoppiano per la conquista di risorse (v. qui ad esempio)..
    Ora il mondo è sovrappopolato, la richiesta di risorse sempre maggiore e le risorse sempre di meno, molte e sempre di più in calo drastico.
    Ci saranno più guerre o meno guerre?
    Più gli scienziati si sgolano più i politicastri e le masse che li eleggono (ah, la demagoggia democratica!) ignorano le questioni ecologiche, l'esistenza di limiti, transizione e resilienza ed egologia (la Politica!) sono seimplicemente assenti dalla poteritica,
    Mah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. minchia però quanto parli difficile!!!

      Elimina
    2. La cosa che mi fa riflettere è che non mi sembra "difficile" (a parte il neologismo neologismo "poteritica", forse).
      Orca miseria, mi dispiace.

      Elimina
    3. ma no tranquillo, ho capito il senso, è che a volte fai contorsioni verbali che richiedono un'attenzione particolare!

      Elimina
  4. No, non è affatto divertente...perché in tali circostanze, se disponi di coscienza, ti rendi conto perfettamente di cosa significhi subire senza avere poi tutto questo potere di cambiare lo stato delle cose.
    P.S. E finalmente l'abbiamo beccato l'Oscar!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio quello il dramma, non avere la facoltà di cambiare, non avere nessuna voce in capitolo.

      Finalmente un riconoscimento a una cosa italiana... che mica siamo berlusconi e mandolino!

      Elimina
    2. Con l'aggiunta di pizza e spaghetti!! :-)) Il mio augurio è che questo riconoscimento contribuisca a dare una ventata d'aria fresca al cinema italiano tout court (che un tempo sapeva spaziare fra i vari generi, senza relegare ai margini come succede oggi chiunque -a ragione- voglia variare e tenti di andare oltre i cinepanettoni), ma mi sa che sto andando troppo in là...

      Elimina
  5. Le sorti del mondo, per forza di cose, sono sempre state nelle mani di pochi.
    Le masse non contano nulla. Ondeggiano, ma non hanno potere.

    Ho visto anche io "La grande bellezza" a suo tempo. A me è piaciuto moltissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ne parlavo ieri col maritino.
      Però mi mette tristezza pensare che la moltitudine sia soggetta alla decisione di pochi.

      Ci sono pareri discordanti, o è piaciuto moltissimo oppure lo si è trovato bruttissimo.
      Manca di equilibrio, ma va bene così.

      Elimina
  6. io invece credo che le masse abbiano un grande potere;
    il problema è che solo potenzialmente...
    intanto siamo nelle mani di quattro idioti e lo saremo per molto se non per sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le masse hanno potere quando si ribellano, ma solo per sostituire un capo con un altro.
      Come vedi è un cane che si morde la coda

      Elimina
    2. il problema quindi è trovare un capo valido... :-D

      Elimina
    3. allora mi sa che siamo alla frutta!

      Elimina
    4. peggio... siamo al conto.

      Elimina
    5. vacca boia...
      che si fa?
      Si scappa?

      Elimina
    6. non posso nemmeno dirti "senza pagare" perchè ormai è anni che paghiamo.. :'-(

      Elimina
  7. Entro in punta di piedi, mi guardo intorno e trovo che visitano questo post carissimi amici miei. Sono venuto solo per leggere ciò che scrivi e vedere come lo scrivi. Poi perché io non fuggo ma affronto la gente a viso aperto. In un post terzo non è bello. L'ho fatto perché conosco Mia Euridice molto bene e so che non si infuria. Mi sono mantenuto entro limiti ben ristretti, ma a te non è bastato. No sto scusandomi, non c'è nulla di cui io mi debba scusare con te. Non capisco dove tu abbia visto la mia cafonaggine, forse hai un modo ben diverso dal mio di guardarti intorno, ma è la tua vita, così come quella che ho è la mia.
    Indifferenti come prima, o più di prima se preferisci. OK?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece nel dialogo tra me ed euri sei entrato a piè pari.
      Per il solo fatto di aver detto la mia sul m5s hai presunto che ne facessi parte.
      Se scorri indietro potresti arrivare a presumere che sia pidiellina o di qualunque altro partito.
      "Ti conosco solo per quello che affermi e per come lo affermi, né voglio conoscerti meglio"
      Questa affermazione si commenta da sé, e anche quest'altra "Devo comunque farti i complimenti perché ti sei scelta un nome azzeccatissimo: sei un amore assolutamente immaginato. Cos'altro c'è di immaginato in te?"
      Ah, non sono una superdonna e non sono neppure falsa.
      Hai tratto le tue conclusioni e hai creduto di difenderti da un attacco che non c'è mai stato e questo è sintomo di estrema pochezza.

      Elimina
    2. E chi ha mai detto che io sia di estrema tantezza?
      Non vado a rileggere ciò che ho scritto, perché io so sempre quel che faccio e quel che scrivo. Non c'era assolutamente niente di offensivo, né di cafonesco, sei tu un tantino permalosa.
      Le tue idee politiche non mi riguardano, io me ne frego delle mie, figurati; ma il volerle imporre agli altri mi dà fastidio, il voler far credere che quel guazzabuglio di negazioni dell'essere e di turpiloqui possa essere assimilato ad un concetto politico mi fa semplicemente schifo. Ho visto Grillo a Milano in un teatro più di trenta anni fa e mi sono detto che urlava troppo e diceva troppe parolacce, adesso ha aggiunto le cazzate di Casaleggio.
      Non sei del Movimento? Affari tuoi. Sei pidiellina? Affari tuoi. Sei per Berlusconi? Affari tuoi. Non hai ancora capito come la penso in proposito?
      Colpa mia che non mi so spiegare. Tu forse sei troppo intelligente e io troppo stupido. Va meglio così?

      Elimina