Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

mercoledì 30 marzo 2011

Heaven knows I'm miserable now


Da oggi si apre la nuova rubrica: noi, psicologi di noialtri.
Partiamo subito da un classico; chi di noi nella sua vita terrena e terrestre non si è sentito dire almeno una volta "tu meriti di meglio"?
A chi non è mai successo può andare perchè non troverà interesse nell'argomento, gli altri invece possono restare e far risalire i succhi di bile lungamente chetati e soppressi.
Che straminchia mi significa che io merito di meglio?
Oh emerito testa di cazzo, pensi davvero che io non sia in grado di determinare cosa sia meglio per me?
Evidentemente non lo pensi dal momento che me lo fai presente e soprattutto che quel meglio, significa chiunque tranne te.
Ora, prescindiamo dal fatto che sia una totale idiozia, ma brutta sottospecie di pirla (converitela  se siete maschi e vi è stato detto da una femmina), non puoi scaricare la coscienza e la tua irresponsabilità con queste frasi fatte che non significano un cazzo.
Abbi carattere e dimmi quello che vuoi dire davvero, che già solo il fatto di avermi presa per il culo con questo genere di affermazioni, dovrebbe permettermi di seppellirti sotto tre metri di merda.
E non fare quello dispiaciuto mentre imponi questa tua verità sofferta, con lo sguardo mesto di quello che "io non vorrei, ma devo".
Perchè poi, c'hai pure ragione, merito di meglio che non un infame codardo al quale auguro di trovare il peggio del peggio del peggio.
Quindi, non piangete, non soffrite, non abbattetevi quando vi ritrovate a sentirvi dire stronzate tipo questa.
Voi non lo sapete, ma avete appena vinto la lotteria della salvezza dell'anima vostra.
La sua se l'è venduta al diavolo.


30 commenti:

  1. Erika usa sempre l'amuchina dopo aver succhiato cazzi ad accolite confraternite di congolesi raccogliarance appena raggiunti da qualche sventagliata di pallini ad aria compressa.

    tu mi capisci?

    RispondiElimina
  2. la desertificazione totale è l'unico metodo per interrompere il Prime Time di Carlo Conti

    RispondiElimina
  3. Erika è una saggia.
    Dille di provare con l'acido muriatico, in caso di vicinanze inopportune sviluppa gas altamente tossici.

    RispondiElimina
  4. Carlo Conti mi sta sul culo.
    Non desertifico il mio spazio e l'interrompo leggendo un libro sui vampiri

    RispondiElimina
  5. (copio e incollo)

    Sai Amore... non è questione "ti lascio perchè ti amo troppo", ma bensì del fatto che ci si rende conto di non poter cambiare, di dover assecondare la propria natura, in questo caso rimanendo accanto alla persona che ci ama ma che ci vuole in qualche modo cambiare si finirebbe per ferirlo. Chi nasce tondo non può morire quadrato!!!
    Le persone vanno amate anche per i loro difetti e per le loro peculiarità che le caratterizzano e che le rendono uniche nella loro "specie".

    RispondiElimina
  6. Benissimo, allora a che servono tanti giri di parole?
    Pane al pane e vino al vino, ti lascio perchè sono un'egoista di merda, e non voglio condizioni.
    Che minchia vuol dire ti lascio perchè meriti di meglio?
    Bisogna avere il coraggio di tutte le proprie azioni, non solo quella di non voler cambiare perchè sono nato tondo e tondo devo morire.
    Proprio perchè le persone vanno amate per quello che sono bisognerebbe avere il coraggio di non fingere di essere diversi.
    Il rispetto è una cosa che si guadagna, non è mai fatto acquisito!

    RispondiElimina
  7. Appunto sono gli altri che non dovrebbero cercare di cambiarci a priori.
    Ovvio che se amo un uomo che non volesse più accettare il mio "mestiere", e che sta soffrendo, ma io non ne posso fare a meno perchè sono una testa di cazzo, gli dico che merita di più, che merita una che se ne sta tutto il giorno a casa a fare la calzettaà
    Io amo un uomo che non cambiera mai, e non gli ho mai detto cambia, perchè è proprio il suo più grande difetto a far si che io non mi stacchi da lui a renderlo speciale, affascinante insomma chiamalo come vuoi tu...E quante volte mi sono sentita dire "insieme a me fai una vita di merda! Non mi frequentare". Ma io sono rimasta in silenzio... e sai perché? perchè ho sempre riso sotto i baffi (che non ho)
    a questa frase del cavolo... ma la mia purtroppo è un altra storia.... Un'altra realtà.

    RispondiElimina
  8. Bella, parliamoci chiaro, io posso dire "non cambierò mai se ti va è così altrimenti cambia aria", e mi dimostrerei stronza ma onesta.
    Ma se dicessi "meriti di meglio" mentirei primo perchè sminuirei l'opinione di me stessa, secondo perchè sarebbe palesemente una scusa per non affermare la realtà dei fatti, ovvero che non me ne frega una cippa.

    RispondiElimina
  9. Vabbè... allora suggerisco altri motivi per lasciare qualcuno:

    TI LASCIO PERCHÈ

    Motivi mitici

    -non ti merito
    -il problema non sei tu, sono io
    amo un’altra
    -sono confusa
    -non sei più lo stesso
    -ho bisogno di una pausa di riflessione
    -non riesco a lasciare mia moglie
    -mi hai tradito con la mia migliore amica
    -sei il ragazzo giusto, ma il momento è sbagliato
    -il momento è giusto, ma sei il ragazzo sbagliato
    -sono appena uscito da una lunga storia, voglio divertirmi, conoscere tanta gente
    -preferisci stare coi tuoi amici che con me
    non riusciamo a comunicare
    -sono ancora innamorata del mio ex
    vuoi cambiarmi (e io mi piaccio come sono)
    -non vuoi cambiare per me
    -siamo troppo uguali per stare assieme
    -non abbiamo niente in comune tu ed io

    Se vuoi ti suggerisco il sito da dove li ho presi
    http://www.alessandrozaltron.com/manuale2.shtml

    RispondiElimina
  10. E vabbè, ma in questo caso dovevamo analizzare il "meriti di meglio"!!!
    Ma li tengo in mente per le prossime rubriche!!
    :))

    RispondiElimina
  11. No, "ti meriti di meglio" non me l'hanno mai detto. Quindi potrei allontanarmi alla chetichella. In realtà chi mi avesse detto una frase simile non sarebbe sopravvissuta, credo. Quella frase è un modo elegante per dirti che sei un coglione e che ti è stato fatto un piacere, non mandandoti a cagare prima. E' una finta assunzione di responsabilità della rottura che invece scarica sulla tua presunta incapacità o mancanza di volonta di scegliere.
    In pratica è una mancanza di rispetto spaventosa. E' come dirti "ti sono rimasto vicino per inedia ma adesso c'ho i miei cazzi quindi smamma". E' una carta dorata nella quale viene avvolta la tua totale ininfluenza ai fini della storia. Tu pensavi di poter decidere, anzi, bravo io a fartelo credere, ma in realtà non hai deciso un emerito cazzo di niente. E ora, per quello che mi costa, fingo di prendermi la colpa, addossandotela.
    Conosco artisti in questo campo. Ma me ne sono sempre tenuto alla larga, per fortuna.

    RispondiElimina
  12. ehm....io l'ho detto spesso ma ... solo per essere sarcastica...! In effetti è una frase che fa saltare i nervi...!

    RispondiElimina
  13. Macs, confermo e condiviso ogni singola parola del tuo commento!

    RispondiElimina
  14. che era condivido, ma ero presa dall'enfasi!!! ;)

    RispondiElimina
  15. Emma, mi stai dicendo che quindi ti ho coperta d'insulti???
    O_o

    RispondiElimina
  16. Ecco, adesso però confermami che si tratta di un caso del tutto ipotetico!

    RispondiElimina
  17. Penso che meriti di meglio si! Penso che meriti un uomo capace di amarti e di non prenderti per il culo. Penso che meriti un bel lavoro. Penso che meriti gli amici che hai e di meglio non potresti averne.... (sono stata brava?) ;)

    RispondiElimina
  18. è una frase totalmente del cazzo, meriti di meglio.
    però meriti di meglio anche solo per il fatto che lui ti molla con questa immane stronzata.
    l'hanno detto anche a me.

    RispondiElimina
  19. Eccerto che meriti di meglio! Ah ti ho mai detto che Meglio è il mio secondo nome?!?! :)

    [però una volta ho detto "ti lascio perché Mi Amo troppo". Bacio Ammmore]

    RispondiElimina
  20. Macs, non posso negare che sia successo anche a me e che abbia sentito rabbia e stupore, ma è successo quando ancora ero una romantica credulona!
    Quindi almeno 25 anni fa!

    RispondiElimina
  21. Keel, sei stata braverrima!
    P.s. per una volta che riesco a sentirti mi hai liquidata in 30 secondi netti.
    Neppure il tempo di chiederti come stavi, che voglio dire, lo so che non è un periodo di massimo splendore, ma due ciance e una briosche....

    RispondiElimina
  22. Massimo, ci sono già io sintetica...
    dedicami qualche parola in più, perbacco!

    RispondiElimina
  23. Polly, concordo.
    Se uno ti dice che meriti di meglio è assodato che meriti di meglio di un cazzone primordiale come quello che conferisce tale sentenza!

    RispondiElimina
  24. Nast, ho letto che ti hanno fatto una proposta di matrimonio...
    Di pure che sei occupata!!!
    :)))

    Ti lascio perchè mi amo troppo è meravigliosa!!!

    RispondiElimina
  25. Eh... mamma mia... che esagerazione! Scusate, ma uno quali cazzate deve inventarsi per mandare a cagare l'altro?!
    Diciamocela tutta... qualsiasi cosa si dice finisce che l'altro si offende e se la prende e si sente umiliato!
    È meglio se ti dice "vedi che ho trovato una strafiga e non sto più nei pantaloni"? non è più gentile a dirti "non ti merito"?! Che poi l'hai detto pure tu che è vero!
    (sempre per essere dolce e romantica eh, ma che vuoi, io ragiono come un uomo!)

    RispondiElimina
  26. isso, tutto sommato sarebbe più onesto.
    Almeno non mi sentirei presa pesantemente per il chiulo.
    Una volta ho conosciuto un tipo il quale non sapendo come smollarmi ha cominciato a trattarmi male.
    Ho capito l'antifona e mi sono eclissata.
    Avrei preferito che mi dicesse "il mio scopo era trombarti, ora non m'interessi più" più adulto e consapevole...
    Ora penserei che è uno stronzo onesto, e non un cretino immaturo!
    Con tutto il romanticismo che mi contraddistingue, naturalmente!!!

    RispondiElimina
  27. Eh, lo so ma questi "tipi" si capiscono al volo... Basta un'occhiata, bisogna giocare d'anticipo (come hai fatto) trombare e salutare! Però credo che in affari più seri, quando c'era affetto e conoscenza come ti muovi muovi fai male... tanto vale finirla con garbo e tatto... È un po' come quello che tradisce e prima di lasciare confessa, è una carognata, vuoi solo alleggerirti la coscienza. Che poi, io credo che in quei casi (quando vieni mandata a cagare) soffri e basta, te lo prendi nel buco dell'ozono e amen!

    RispondiElimina
  28. Ammmore già avvisato. E poi sto ricamando "i lenzuoli" della dote per sposarti :)

    RispondiElimina