Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

lunedì 26 settembre 2011

Non si può morire dentro

"Hai sentito quel rumore?"
"Quello che sembrava uno sparo?"
"Quello che sicuramente era uno sparo"
"Si. Dici che dobbiamo preoccuparcene?"
"Non credo e poi questo trionfo di stuzzichini mi distoglie dal resto"
"Ma si dai, che ti frega, ormai è morta. Certo che ora dove vado a pisciare?"






26 commenti:

  1. sono rimasta basita anche io... Però mi chiedo soprattutto: ma perchè proprio un quel bagno?

    RispondiElimina
  2. Eh ce lo so!
    Che minchia, quella proprio al bar doveva suicidarsi?

    (a me, questa manifesta indifferenza fa vomitare anche gli stuzzichini che non ho mangiato!

    RispondiElimina
  3. Only, chissà, magari c'era stata col marito e ne conservava un buon ricordo, oppure ne ha scelto uno a caso... chi lo sa?
    O magari perchè non chiude neppure se qualcuno ci si suicida e quindi sapeva che non avrebbe arrecato danni finanziari ai titolari!

    RispondiElimina
  4. la notizia è un po' sconvolgente però questa tua frase:
    "O magari perchè non chiude neppure se qualcuno ci si suicida e quindi sapeva che non avrebbe arrecato danni finanziari ai titolari!"
    mi ha fatto ridere! :D

    RispondiElimina
  5. Eh, mia cara...
    Abbiamo abolito gli ideali perché "Ma son tutte minchiate", abbiamo abolito la morale perché "io sono libero e non mi devi dire cosa devo fare", abbiamo abolito l'empatia perché "Perché io valgo e gli altri si fottano"...
    E che ci aspettavamo?!
    C'è rimasto l'happy hour!

    RispondiElimina
  6. La titolare ha affermato paciosa paciosa "è un fatto grave ma voluto dalla signora" (e quindi dovrei chiudere un pó e perdermi qualche spiccio x rispetto di una vita? Maddai!!!! - questo nn l'ha detto ma l'ha pensato, sicuro sicuro)

    RispondiElimina
  7. "certo fosse stato un omicidio e quindi nn voluto, magari na mezza giornata...." ( continuavo a leggere nel pensiero della titolare)

    RispondiElimina
  8. Uhmmm... questa foto l'ho già vista da qualche parte!
    In verità era una stalker che da tempo infastidiva l'uomo delle pulizie. L'ultima trovata è stata quella di spararsi nel bagno, così lui è dovuto presentarsi al lavoro per pulire... in un giorno di ferie.

    RispondiElimina
  9. nel boccale, di nascosto sotto al tavolo.

    RispondiElimina
  10. scusa ma poi chiudere dopo che la tipa sparandosi ha attirato più clientela??? naaaaaaaaaaaa...

    RispondiElimina
  11. Ah, ho sviluppato il concetto!
    Grazie degli spunti cara!

    RispondiElimina
  12. Asso, la notizia è assolutamente sconvolgente ma non per il gesto compiuto, ma per l'indifferenza che ha continuato a regnare sovrana sugli avventori!
    Se decidessi di spararmi in testa in un bar, lo farei tra gli astanti e vorrei proprio vedere se sarebbero capaci di continuare a mangiare stuzzichini farciti di cervello!

    RispondiElimina
  13. La titolare è una cinica peggio di me!
    Del resto aspettava 100 persone da Milano!
    Vuoi mettere?
    Chiudere per una cazzata del genere e perdere 210 euro di cappuccini e bioches?

    RispondiElimina
  14. magneTICo, si è vista e pure rivista!!!
    Effettivamente a questa possibilità non avevo pensato!
    Ma, di fatto, resta che ci sono comportamenti umani (e non intendo il suicidio di qualcuno) che proprio è fuori da ogni giustificazione

    RispondiElimina
  15. alpe, tu si che trovi una soluzione a tutto!
    (anche se comunque resta qualche difficoltà oggettiva per le donne.... soluzioni?)

    RispondiElimina
  16. Agnese, direi di si...
    I miei sono ancora così da quando ho letto la notizia!

    RispondiElimina
  17. Hai presente la scena finale di "Bianco, rosso e verdone"? Quella della nonna che muore mentre va a votare dopo il lungo viaggio con suo nipote Mimmo?

    Ecco, ho pensato a quella parte del film quando stamattina ho letto la notizia.

    RispondiElimina
  18. Ho presente euri, ma non è la stessa cosa che è venuta in mente a me.
    Sicuramente l'avrei presa meglio, invece mi ha fatto male come se avesse coinvolto qualcuno di famiglia!

    RispondiElimina
  19. si Amore_immaginato, concordo in pieno :O

    RispondiElimina
  20. A me è capitato una volta di parcheggiare e di andare a controllare se avevo toccato col parafanghi davanti il marciapiede e di trovare il classico morto sotto il lenzuolo. Quello che mi son sempre chiesto è perchè la polizia, come nei film americani, non ha fatto sgombrare la zona con i suoi bei nastri CRIME SCENE - DO NOT CROSS AREA. La realtà è che ormai non ci stupisce quasi più nulla. Non è una cosa bella, intendiamoci, ma accade. E comunque, tante polemiche per la non chiusura del bar e pochissime righe di empatia verso la povera donna, sui giornali.

    RispondiElimina
  21. dai Lidermax, sembra la canzone di Elio e le Storie Tese... "mio cuggino" :DDDD

    RispondiElimina
  22. claro: evita di fare la perfezionista.

    RispondiElimina
  23. Macs, ma se non ha provato empatia chi era presente fisicamente, come e cosa può scrivere il giornalista su questa circostanza che neppure c'era?
    Vorrei farti vedere quanta gente ancora legge il mio post sul suicidio e quanti ancora commentano un post di un sacco di tempo fa.
    E non immagini quanto male mi faccia.

    RispondiElimina