Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

martedì 21 febbraio 2012

It's raining men

Che alcuni comportamenti degli uomini mi risultano incomprensibili.
Va bene che pensano semplice, ma alcuni sembrano aver appena abbandonato il pleistocene.
Quindi, in un momento di massima benevolenza, detterò poche e semplici regole comportamentali che, oltre a fingere di non vedere per evitarvi imbarazzi, ci disgustano.
  1. Se ti prudono i maroni, evita di ravanare mentre sei in compagnia di qualcuna.
  2. Se sei in macchina, non è obbligatorio scaccolarti al semaforo.
  3. Se una volta tanto fai il galante tenendo la porta mentre entra una signora, ed eviti di fargliela arrivare sulla faccia, lei non si offenderà.
  4. Se ti scappa una scoreggia, non è necessario che lo sappia anche la vicina del sesto piano, che tanto lo sa che sei tu del secondo.
  5. Se la cena ti è piaciuta particolarmente, non è con un sonoro rutto che onorerai la cuoca.
  6. Se sei con una donna, non buttare gli occhi nella scollatura o sul culo della prima sconosciuta che passa.
E ora si apre la gara del "io non sono così" e del "lo fate anche voi" che è anche vero, ma voi non avrete mai la nostra discrezione!

20 commenti:

  1. Caspita, devo dirlo, sono una persona fortunata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io perchè elementi così non mi vivono a fianco.
      Il problema è che li trovi in giro!

      Elimina
  2. Io non sono... no, volevo dire un altra cosa! Contesto la numero 6!
    Per la numero 3 invece, come insegna il galateo: quando si apre la porta ad una donna, bisogna farla entrare per prima nel locale. Così le si può fare i raggi x al lato B.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non si può contestare-
      Troppo facile!!!
      D'accordo col galateo, ma santi numi, almeno tenerle la porta!

      Elimina
  3. Santapace!
    Da far invidia ai porci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E neppure, che del maiale non si butta via niente!!!

      Elimina
  4. mah... che il 99% dei maschi siano degli scompanzorla è vero, ma davanti a queste cose non posso dire altro che allora io evidentemente... sarò una femmina... :-))

    (io poi la porta la tengo aperta sempre, a donne e uomini: viva l'educazione e la gentilezza!)

    RispondiElimina
  5. Uh!
    Allora devo chiamarti zia?

    (lo faccio anch'io... ma quando nessuno mi ringrazia gli allungo sempre un "prego eeeeh?!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no continua pure con zio... qualcuno deve pur alzare la media di gentilezza dei maschiacci... :D

      Elimina
    2. Ne convengo.
      Che poi mica una pretende che le si apra lo sportello dell'auto!
      Ma il minimo sindacale, perbacco!

      (mi sa che tra un po' "sindacale" e i suoi derivati diventerà una parolaccia! Ma tanto qui si possono usare tutte!)

      Elimina
  6. Diciamo che tendo ad avere un pubblico ed un privato, per cui difficilmente mi scaccolo al semaforo, oddio in verità mi scaccolo poco ovunque. Concordo e trovo simpatico tutto, anche se non potete incolparci se scorreggiamo fortemente, non è che possiamo metterci il silenziatore, viene naturale.
    Sulla vostra discrezione nel farlo ti invito a prendere un caffè a casa di mia sorella...Sarà la parentela ma non mi sono mai perso i suoi rumoreggiamenti.

    Per il rutto, sei mai stata fidanzata con uno svizzero? Io un esponente femminile, ti assicurano che ruttano a tavola, significa che si è gradito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavaliere, che lieto ritorno!
      Mai stata fidanzata con uno svizzero quindi ti credo sulla parola.
      Ma tua sorella peta in presenza di chiunque o lo fa solo con i parenti stretti?

      Elimina
    2. Solo con i parenti stretti, però se vuoi ti nascondo dietro una tenda. :D

      Con le eventuali compagne lo faccio anche io, ma solo quando abbiamo raggiunto una forte intimità, molto forte...

      al ventesimo congiungimento carnale rifletto sul fatto se sia il caso di avvalersi di una sorta di nullosta.

      Hahahahahahaahahaaha

      Elimina
    3. Dipende.
      Venti congiungimenti nel giro di quanto tempo?
      Che metti che uno trombi una volta al mese, ci va più di un anno!

      Elimina
  7. Posso ribaltarmi un attimo mentro rido?
    No,cerca di capire è che ste cose mi fanno sempre squartare:lo scaccolamento è un fatto puramente privato,da non esternare a tutti...e qui ci siamo.
    Le emissioni gassose siamo tutti d'accordo sono moleste,ma vorrei ricordare che quelle silenziose sono letali!Per quel che riguarda la porta (e sono una che ti apre anche la portiera dell'auto,contrariamente ad una mia conoscenza che ha scaricato la signorina con cui era uscito una sera in strada mentre pioveva,perchè non gliela aveva data)il galateo invita si ad aprire la porta ad una signora/ina,ma ad entrare per primi per assicurasi che il locale sia adeguato e cercare il posto migliore in cui farla sedere.
    Se fai passare davanti una signora,come dice il Conte,è per guardarle il culo. Che come le ghiandole mammarie sono fatti per essere guardati,altrimenti non vi agghindereste in tal modo.
    Siamo tutti adulti e vaccinati,chi più chi meno,e sappiamo che se si esce con una donna lo si fa per il piacere della sua compagnia innanzitutto...ma con la recondita speranza che ce la dia(anche solo come masturbazione celebrale).
    Poi di ipocriti è pieno il mondo che possono cavillare in merito..
    Scusa la risposta logorroica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, ma quelle silenziose non sono riconducibili quindi se si è più di due si può approfittarne facendo credere di non esserne responsabili!
      Per quanto riguarda il galateo, intendevo tra sconosciuti.
      Se tu stai uscendo e io sto entrando, lasciami il passo e tienimi la porta.
      Sai quante volte mi è capitato il contrario?

      Elimina
  8. E poi dite che non riusciamo a fare più di una cosa per volta...Hai idea di quanto sia difficile scorreggiare ruttando e grattandosi i maroni, mentre vi apriamo la porta? E poi, non è vero che ci si scaccola al semaforo: lo si fa continuamente ma in corsa è più difficile vederci. In ultimis, le scollature sono fatte per essere sbirciate o devo pensare che servano solo a far prendere aria alle tette? Il problema, semmai, è guardarvi negli occhi, dopo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che è per quello che vado sempre in giro vestita da uomo?

      Elimina