Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

martedì 24 luglio 2012

Love is love

Mi sono sempre chiesta se esista davvero l'amore per sempre.
E' facile trovarlo nei romanzi, nei film, nei racconti, ma nella vita non ho avuto esempi a cui potermi aggrappare.
Non so se dipenda dal fatto che non si curi abbastanza o se nel tempo lo si dia talmente per scontato da venire a noia.
So che ci va pazienza e volontà e mi pare che intorno, si sia un po' perso il senso di tutto questo.
I rapporti sono effimeri, spesso inconcludenti.
Magari durano il tempo di una notte di abbandono ma si ritorna subito al richiamo di sè.
Ho capito che l'amore fa paura perchè ti può ferire, ma so anche che se non tenti di viverlo non potrai mai capire quanto ti può dare.
E togliere.
E l'altra sera, mentre avvertivo il dolore di Florentino Ariza, mentre lo guardavo inseguire per "cinquantatrè anni, sette mesi e undici giorni, notti comprese"* il suo cuore, ho pensato che sarebbe bello che qualcuno fosse così fortunato, da gettarlo davanti a sè solo per poter correre a raggiungerlo. 

*"L'amore ai tempi del colera - G.G. Màrquez

(love is love - culture club)


28 commenti:

  1. L'unico amore che non potrà mai ferire è quello nei confronti degli Iron Maiden.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quella è passione!!!
      Anche il mio amore per gli Smiths è infinito e assolutamente indolore!

      Elimina
  2. I miei zii. Ormai hanno settant'anni ma sembrano una coppia di ragazzini. E non è che non abbiano avuto dei momenti difficili, per questioni private o di salute ecc. Non so come hanno fatto: sono stati di sostegno l'uno all'altra e ne hanno tratto una gran forza. Non riesco a pensarli separatamente, anzi io credo che non esistano, separatamente. Ma sono più unici che rari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invidiabili.
      Hai provato a carpire il loro segreto?
      Che secondo me c'è un segreto che noi non conosciamo!

      Elimina
  3. certo se ti poni come modello florentino ariza! comunque ti sei già risposta nel post: noia, dare per scontato, mancanza di pazienza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh ma mi è piaciuto un sacco questo personaggio, la sua sofferenza, il suo amore infinito.

      Elimina
    2. si si, amore infinito...tromba a destra e a manca, altro che amore infinito! Che io ho provato a usare la sua tattica, ma dicono sia sconveniente :)

      Elimina
    3. che c'entra?
      Trombare è una cosa, amare un'altra.
      Voglio dire, mica sempre collimano!

      Elimina
  4. Quel film è bruttissimo! Ok, non è facile sceneggiare Màrquez, ma la fine almeno... almeno quelle bellissime due pagine che danno un senso a tutto!! :(
    Per quanto riguarda l'amore... non so non rispondo, mi avevano detto che era solo questione di manutenzione... ma bisogna sapere come farla la manutenzione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto da matti.
      Ora però mi sono messa alla ricerca frenetica del libro che si sa che è sempre meglio della trasposizione cinematografica

      Elimina
    2. sul film concordo con xxx. invece il libro è proprio tanto tanto bello

      Elimina
    3. se ti è piaciuto il film, il libro lo amerai alla follia!

      Elimina
  5. Di recente ho letto un saggio di Bauman che si intitola "Amore liquido". Parla proprio del modo effimero, momentaneo e superficiale con cui oggi si ama. Amare, spiega il sociologo, è diventato come fare shopping: si consuma un prodotto subito, in loco e dimenticandolo subito dopo.

    Noi moderni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo.
      Noi moderni abbiamo un sacco di cose da imparare dagli antichi.
      Peccato che non cominciamo mai!

      Elimina
    2. E' che siamo pigri. E anche parecchio arroganti!

      Elimina
  6. Credo che ci abbiamo provato tutti. Adesso credo che non esista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo perchè abbiamo smesso di credere, non significa che non esista.

      Elimina
  7. beh...io e mio marito siamo insieme da 35 anni...non tutto rosa e fiori ovvio....
    ma ci amiamo molto....scopiamo molto.....
    e anche se dovesse finire, perché mai dire mai, io so già che amerò così solo lui...per sempre!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei un meraviglioso bruscolino in mezzo al mare...

      Elimina
  8. E' bello pensare che esista perchè aiuta a vivere meglio, ma è decisamente più pratico darsi da fare per cercare qualcosa nel frattempo. Se passi la vita a cercarlo troppo ostinatamente, ti ritrovi vecchio, solo e soprattutto disilluso. Non mi sembra che ci si guadagni quindi troppo nel cambio. A meno di inciamparci dentro.
    E anche lì. Meno domande ti fai e meglio è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che quando qualcuno trova quello vero, non si fa domande, se lo vive e basta.

      Elimina
  9. la sposto su Florentino...
    Garcia Marquez sconvolge il tempo, l'ordine del tempo, meglio dire.
    Nulla muta, pensa a Cent'anni..., o all'inizio, la prima pagina, di Cronaca di una morte annunciata.

    in ogni caso: 28 anni con mia moglie...dovrei ripetere cosa già scritto da Kamala, più sopra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io godo come un riccio a pensare che ci siano coppie che non solo ce la fanno, ma sanno essere ancora complici e innamorate.
      E' bellissimo pensare che per cert'uni, l'amore sia molto più di una parola gettala lì per riempirsi la bocca.

      Elimina
  10. è raro. ma esiste.
    e come tutte le cose rare io ho capito che non vale la pena di affannarsi a cercarlo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo senso pratico è assolutamente invidiabile!

      Elimina
  11. no che poi è quel romanzo lì che se lo leggi a 16 anni a quaranta sei ancora una rimbambita credulona. Conosco molte coppie come quelle di Kamala o di Roberto; mi sembra che abbiano davvero un segreto da carpire o forse no, forse il segreto è vivere senza immaginare cosa voler vivere. vabbé mi sono incartata, adios

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ce l'hanno davvero un segreto.
      Ma non sonno sicura di volerlo sapere!

      Elimina