Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

lunedì 28 novembre 2011

Vengo dopo il tg

Signore e signori buongiorno.
Apriamo questa pagina d'informazione con due notizie di simil politica interna.
Il signor Berlusconi S. dichiara che rafforzerà il suo impegno nella lotta contro i comunisti.
Qualcuno glielo spieghi che non esistono più che va bene scatenare la propria ossessione verso qualcosa, ma che almeno sia reale.
Dichiara la solidità che ancora permane con la lega.
Calderoli dichiara che non se ne può più di sentire ste baggianate.
E se lo dice lui, c'è da credergli.
Sara Tommasi, che più volte ha dichiarato che entrerebbe volentieri in politica e spera di non essere arrivata troppo tardi, afferma in un'intervista che "l'importante è che le banche non stampino dei soldi gratuitamente nel senso da legittime proprietarie"...........ci sfugge il senso di tale affermazione, ma ne constatiamo la perfezione  per il linguaggio politico eventuale.
Embargo sul film di Venier che sarebbe dovuto essere presentato questa sera al Tff.
"Il giorno in più" film tratto dal bestseller (???????) di Fabio Volo in realtà sarà presentato domani a Roma con tanto di conferenza stampa.
Un modo come un altro per far parlare di qualcosa che probabilmente sarebbe passato inosservato.
Per questa edizione è tutto, grazie per essere rimasti con noi.

18 commenti:

  1. Questa mattina mi sono sorpresa a non provare piacere nemmeno a sentire il buon Fabio alla radio. E' lui o sono io??

    RispondiElimina
  2. Pensa che sfiga, lui comincia quando io spengo la radio!!!

    RispondiElimina
  3. Beh se non fosse che conoscevo la canzone del buo arbore..il titolo faceva pensare che tu avessi bisogno del tg per soddisfarti.
    Che è da delirio.
    O da analisi,a seconda dei gusti.
    Fabio Volo ultimamente (ma anche non ultimamente) mi procura picchi glicemici da paura,quindi lo evito.
    In italia siamo maestri a dare notizie inutili per non parlare delle cose tragiche!

    Ps io la considero una fortuna spegnere la radio in quel momento.

    RispondiElimina
  4. Ale, e ce lo sapevo che qualcuno avrebbe fatto la battuta!!!
    Rispetto alla sfiga e la radio, forse non si è capito, ma era ironico!!!
    Vuoi dire che il mio modo di fare giornalismo non può avere seguito?
    Mi tarpi le ali prima che si schiudano?
    Oh me tapina!

    RispondiElimina
  5. Ma chi è stò Fabio Volo?
    Vado a Scasazza.

    RispondiElimina
  6. già, almeno facciamo loro pagare qualcosa, almeno il copyright a tutela di chi i soldi li ha disegnati.

    mi diverte sempre molto parlare di notizie, come quella che David Mills, professione avvocato, secondo lavoro fornitore di testimonianze false dietro compenso, oggi sarà sentito in videoconferenza nel processo dove Silvio Berlusconi è imputato come corruttore.
    e poi dicono che il telelavoro in italia non decolla. la prosima volta che prendo una multa posso pagarla in videoconferenza facendo vedere la carta di credito?

    RispondiElimina
  7. Sei una giornalista nata, altrochè...notizie dirette e pochi fronzoli! In pratica un Amore di Tg, come l'ho sempre..._immaginato ;)
    Ora che ci penso non ho nemmeno un libro di Fabio Volo, e credo di poter continuare a privarmene tranquillamente...

    RispondiElimina
  8. nonsò, è un tizio che si vanta di saper fare lo scrittore, l'attore, lo sceneggiatore, lo speaker alla radio e non so cos'altro.
    Una volta l'ho incontrato ai navigli a Milano...una tristezza!

    RispondiElimina
  9. Red, una testimonianza di quella portata in videoconferenza?
    Ma se a me per un danno di merda alla macchina hanno voluto dichiarazione giurata del teste nonostante avessi un cid sottoscritto dalle parti!
    La potenza del potere è deleterio e devastante e i suoi risvolti inopportuni ma solo per cert'uni!

    RispondiElimina
  10. Giuseppe, sono un sacco di roba mancata!!
    Se tornassi indietro saprei ben cosa fare!

    RispondiElimina
  11. Non credo che il film sarebbe passato inosservato. Secondo me si scatenerebbe un putiferio degno di 3 metri sopra il c(ulo)ielo.

    E.

    RispondiElimina
  12. Emanuele, io se non fosse stato per l'incazzo di Amelio, non ne avrei sentito parlare.

    RispondiElimina
  13. Dopo anni e anni non riesco ancora a capire come si faccia a dare importanza a Fabio Volo. Non è un attore, non è un comico, non è uno scrittore, non è un regista... ma chi è?

    RispondiElimina
  14. euri, lui dice di essere tutto questo.
    Chi siamo noi per distruggere la sua autostima?

    RispondiElimina
  15. Il signor Berlusconi S. dovrebbe rafforzare il suo impegno nella lotta contro Fabio Volo. Inserendolo magari in un pilastro di cemento per il ponte sullo stretto.

    RispondiElimina
  16. Riccardo"io"29 novembre, 2011 12:04

    è che il ponte non si fa' più...

    RispondiElimina