Leggere attentamente


ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale, se qualcuno dovesse riconoscersi in tilla papilla bullo ti sbullo o sullo catullo o, riconoscere qualcun'altro, probabilmente è affetto da una forma degenerativa della coscienza, malattia che ancora non ha nome e chissà se mai lo avrà, e semmai dovesse averlo si correrebbe il rischio che qualcun'altro potrebbe riconoscersi nel nome di quella malattia, comunque, ritornando a questa forma degenerativa si consiglia agli affetti da tal malanno una buona dose di cazzi propri, da farsi naturalmente

lunedì 9 marzo 2009

Tristezza, per favore vai via


E' che oggi ce l'ho proprio qui, appoggiata al gozzo.
Come un groppo in gola che non scende e neppure sale.
Sospeso.
Che le cose così mi tormentano e aumentano la carogna.
Non c'è definizione, non c'è motivo c'è solo questa tristezza che mi rabbuia lo sguardo, che mi stringe le labbra.
Perfino le narici si arricciano.
Se piovesse, oggi sarebbe il giorno giusto per prendere a calci in culo la vita.

19 commenti:

  1. prendi la tristezza, immaginala su uno schermo, pitturala di nero, rimpiccioliscila come un francobollo, appallotola, prendi una fionda, e sparala,piu' lontano possibile e grda: viaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!e torna sullo schermo dove ora c'e' la cosa piu' meravlgiosa che ti sia mai capitata, e sorridi, ridi,sorridi

    RispondiElimina
  2. allora stasera metterò una nuova intervista impossibile...dopo le due che ho già postato.
    potrei mandarti la mia foto nudo per farti ridere un po'...
    su dai Biondina Deliziosa...sorridi :)

    RispondiElimina
  3. che faccio? m'affaccio e ti faccio vedere il culo? preferisci le tette? tanto fanno ridere sia il primo che le seconde... scendo e prendiamo un caffè?

    RispondiElimina
  4. succede...poi, c'è chi si abbandona alle grandi pulizie cancellando blog e ricordi belli e brutti...

    è una soluzione come un'altra

    RispondiElimina
  5. :o)
    grazie per averci provato Andrea... ma la tristezza ha i suoi tempi è come il vino, deve decantare, altrimenti torna al primo scazzo cosmico e sei punto e a capo!

    RispondiElimina
  6. eheheh
    fool se dovessi vederti nudo comincerei a piangere...
    meglio un'intervista impossibile, ci sono più garanzie sulla resa!!!
    (t.v.b.f.)

    RispondiElimina
  7. eccola lì!
    eheheh sei riuscita a strapparmelo sto sorriso!!!

    RispondiElimina
  8. aaah ecco cosa diavolo è successo di là!!!
    Oggi ci diamo la mano e ce ne andiamo allegramente a fare in culo?
    E' sempre una possibilità!!!

    RispondiElimina
  9. ...da buon organizzatore compulsivo... rispondo ai casini con l'ordine... ora il mio blog è molto più ordinato...

    per andare a fare in culo.... prego signorina mi segua, faccio strada

    RispondiElimina
  10. ooooo là!
    Chi non va a fare in culo in compagnia o è un ladro o una spia!
    (a me piaceva il caos del tuo bloggo!)

    RispondiElimina
  11. ormai era rimasto solo uno sfogo superficiale volgare e sboccato... forse l'ho cancellato perchè mi somigliava troppo? pò esse...
    ma sul gps per andàaafanculo devo scrivere "a-fanculo"?
    sai com'è gli uomini non chiedono mai la strada...

    RispondiElimina
  12. ok...allora stasera metterò l'intervista che ho fatto ad Ulisse Re di Itaca :)

    RispondiElimina
  13. mmmmm.....io sto così praticamente tutti i giorni in cui il sole sembra aver preso le sue ferie.... e considerando che non abito ai caraibi posso dire di aver mandato affanculo il mondo davvero troppe volte......

    RispondiElimina
  14. Il problema è che oggi c'è un sole bellissimo...
    si, il problema è proprio questo!

    RispondiElimina
  15. Amala, combattila, scopatela, chiamala, abbandonala, ...insomma vivila, perchè la tristezza è come la vita, va vissuta nel bene e nel male.
    Comunque non preoccuparti è solo questione di tempo;-) Un bacio
    Ps.Approfittane per scrivere, di solito(e il tuo post lo dimostra) la tristezza fa uscire il vero genio poetico!

    RispondiElimina
  16. Sarebbe assolutamente impossibile fare diversamente.
    Io ci vivo dentro le mie situazioni, aspetto che implodano nella parte più profonda di me.
    La tristezza da alle parole un suono particolare...è anche vero che tirano fuori il peggio che agli occhi degli altri sembra il meglio...grazie del bacio e del tuo sprone...ne farò tesoro.

    RispondiElimina
  17. A huge dick in my pussy,a new warm wet tounge up
    my personal arse and cum and pussy juice all over me.
    Fuck, ozzy

    Also visit my web blog hcg injections

    RispondiElimina